esempi di arredamento di due balconi: due sedie vista mare e poltroncine su un vasto terrazzo

Idee per sfruttare il tuo balcone

Il calore e l’afa estivi spingono tutti noi a cercare rifugio all’aperto, per poter godere della piacevole brezza refrigerante o del vento che ogni tanto ci fa dimenticare di queste alte temperature. Il balcone è il luogo adatto per trovare un po’ di respiro restando comodamente a casa. E non è poi necessario che si tratti di uno spazio molto ampio: anche negli ambienti più piccoli è possibile ideare dei veri e propri angoli di pace, da sfruttare tutto l’anno.

Durante il recente lockdown che ci ha confinati dentro le mura domestiche per contrastare l’avanzata del virus, in tanti abbiamo riscoperto il valore del balcone: uno spazio esterno che ci permette di evadere dalla costrizione degli ambienti domestici. Un angolo con sdrai per una siesta pomeridiana, poltroncine e cuscini per dedicare un momento alla lettura o ancora barbecue, sedie e tavolo per la cena sono solo alcune delle alternative per l’arredamento del balcone, anche in quelli più piccoli. Basta poco per trasformare quegli angoli adibiti a sgabuzzini, colmi di armadi porta scope, mastelli per differenziare la spazzatura, motori di condizionatori in un ambiente vivibile e funzionale alle nostre esigenze. Vediamo come fare!

Valutare la destinazione d'uso

Prima ancora di pensare agli elementi di arredo è necessario valutare la destinazione d’uso del balcone ovvero capire per cosa verrà adibito. Se l’intenzione è quella di allestire tavolo e sedie per le cene all’aperto, dobbiamo misurare lo spazio per valutare la tipologia di arredamenti  migliori per le nostre esigenze. È importante valutare bene anche i materiali che, lasciati in ambiente esterno, dovranno essere resistenti agli agenti atmosferici. Il legno richiede una continua manutenzione mentre gli arredi in plastica sono facili da pulire, ma dovrete fare attenzione a scegliere quelle più resistenti affinché possano sopportare  l’esposizione ai raggi solari. Un’altra valida alternativa sono i tavolini in ferro battuto in stile bistrot parigino, forse meno confortevoli e più pesanti, ma molto resistenti e adatti a spazi ridotti. Ogni cena estiva che si rispetti necessita di un barbecue e dunque perché non inserirne uno all’angolo del balcone? Il mercato offre numerose alternative, da quelle più economiche a quelle più dispendiose per poter cucinare all’aperto.

Fonte: Pinterest

Il balcone può anche trasformarsi in un piccolo angolo verde privato, nel quale possiamo sbizzarrirci con il giardinaggio. Le possibilità sono tante: piante aromatiche, giardini verticali, orto domestico sono solo alcuni degli esempi per poter godere del verde anche a casa nostra. A titolo di esempio vi consigliamo di curiosare tra queste gallerie per prendere spunto dalle idee più originali e adatte ai vostri gusti e ai vostri spazi.

Fonte: Pinterest

Il balcone può anche essere trasformato in un’area relax per concedersi la lettura di un libro o una colazione all’aperto. Le possibilità di arredamento sono infinite e variano a seconda dello stile che si vuole ricreare: pallet con grandi cuscini, candele e toni caldi per un ambiente shabby chic, oppure tavolini in ferro battuto e piante sospese per uno stile classico o liberty.

Migliorare la privacy

Se siete esposti agli sguardi indiscreti dei vicini, sarà meglio cercare una soluzione per garantire una maggiore intimità. Potreste per esempio valutare l’installazione di un graticcio in legno abbellito da una pianta rampicante come un gelsomino o un bouganville. Tende solari, ombrelloni o gazebo sono una soluzione utile per migliorare la vostra privacy e per proteggervi dal sole e dal vento. In determinate situazioni è anche possibile trasformare il balcone in una veranda chiusa, installando infissi in vetro ai quali possiamo aggiungere tende in lino bianco per rendere l’ambiente più caldo e accogliente.

graticcio in legno con gelsomino
graticcio in legno con gelsomino

Idee salva spazio

In caso di balconi stretti con spazi limitati è importante gestire al meglio ogni metro quadro. Per evitare l’ingombro eccessivo causato dalle nostre piante, possiamo ricorre ai vasi sospesi o attrezzare una parete con mensole adatte al giardino verticale. Nel caso di un balcone stretto, è consigliabile l’acquisto di tavoli o sedie pieghevoli che possono essere facilmente riposte da un lato o appese a dei ganci sulla parete per liberare lo spazio nel caso ci serva per altri scopi, come stendere la biancheria.  Se non avete abbastanza spazio per un tavolo, potete comunque godervi la vostra colazione all’aperto costruendo un piano da appendere alla ringhiera o al parapetto. Ecco alcuni esempi trovati su Pinterest.

Ristrutturazione

Valuta sempre lo stato del pavimento e del parapetto prima di iniziare ad allestire il balcone. Nel caso di costruzioni datate, potrebbe essere necessaria una ristrutturazione. Questa è l’occasione giusta per scegliere i materiali migliori per dare nuova vita al vostro pavimento esterno. Ricordatevi che non tutte le piastrelle sono adatte per un uso esterno: è necessario valutare l’impermeabilità e la porosità per evitare di scivolare in caso di pioggia. Se il balcone è adiacente a una cucina o un bagno, potrebbe essere molto semplice installare un rubinetto esterno, utile per un lavabo o per l’irrigazione automatica.

Con questi semplici consigli sarai in grado di realizzare il tuo balcone ideale! Contattaci per un aiuto.

Condividi l'articolo

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments